Ultimi ritocchi

Sto terminando con gli ultimi ritocchi la configurazione di questo blog: è l’ora dell’italiano.

Per installare il supporto della lingua italiana basta scaricarlo da http://www.wordpress-it.it/wiki/Main/WordPressInItaliano e seguire più o meno le instruzioni che stanno lì.

Dico più o meno perchè nella (mia) debian il mantainer ha modificato lo schema dei file di configurazione, quindi secondo la sua visione il file da configurare con la costante WPLANG è in  /etc/wordpress/config-<nome host>.php.

Apex: c’ho rinunciato, mannaggia!

Apex Apex Apex!!!

La true db grid della apex mi sta facendo proprio incazzare! Ho appena finito il setup di un nuovo programma in versione traghetto (mi deve portare fino alla nuova versione totalmente managed, incorporando alcune parti scritte in vb6 come controlli activex) e cosa vado a scoprire? Quello schifo di griglia (ovviamente è soltanto la mia opinione !?!?!) funziona solo in versione demo!!!!!
Non c’è nulla da fare anche se è stata acquistata e l’azienda per cui lavoro possiede la licenza non c’è verso di farla funzionare incorporandola in codice managed! Risultato dell’idiozia di qualche stupido manager:

  • ritardo di due (e speriamo siano solo due) giorni nella consegna del programma
  • la mia pressione che schizza alle stelle!

Tutto questo per una stupida licenza (tutte le altre funzionalità ovviamente sono ok) che non riconosce se stessa: provo schifo e pena per la pochezza degli uomini che come al solito sono

ladri e ladroni

E non mi riesce tanto bene…

Dopo qualche oretta di lavoro sono riuscito ad installare questo stupendo WordPress. Ricetta per la preparazione del blog (noto piatto andino):

  • un Pentium 75 con la Debian GNU/Linux e la bellezza di 48MB di ram
  • apache2 mysql3(non è vero!) e php4 (!)
  • un bel po’ di pazienza data la lentezza necessaria alla cottura
  • una mente che a volte sfugge al mio controllo.

Perché l’ho fatto? Beh a dire il vero non lo so neanche io, ma sapete com’è, ultimamente cerco di evitarmi e quindi credo che sia utile appuntarmi i luoghi nei quali mi sono incontrato per non frequentarli mai più.