XChat + Vala + Pastebin

Non ho resistito et voilà xchat-pastbin plugin è nato (sempre in the vala-experiments)!

Più semplice di quanto pensassi grazie a libsoup ed al fatto che usare parametri post è semplicissimo, ma giuro senza i sorgenti di pastebin stesso in questo momento ancora sarei a chiedermi: ma quale parametro devo valorizzare e come?

andrea@spavento:~/documenti/src/vala$ ls -l xchat-pastebin/xchat-pastebin.so
-rwxr-xr-x 1 andrea andrea 25684 2008-03-23 11:33 xchat-pastebin/xchat-pastebin.so
andrea@spavento:~/documenti/src/vala$

25KB di plugin, no python no perl puro C… ehm no vala!

Ignoranza

Parlo della mia! Praticamente ho speso tempo, forze ed energia per capire come mai uno stupido esempio che utilizzava gnome-keyring si rifiutava di compilare fallendo miseramente al momento del linking poiché mancava un simbolo nella relativa libreria.

All’inizio stupore “non può essere” poi inizio con objdump a vedere se questo simbolo era presente o meno, ma niente. Quindi apro il caro xchat e preso da dubbi comincio a rompere su #gnome #gnome-hackers e #gnome-debian, chiedendo se objdump visualizzasse tutti i simboli esportati in una libraria o per qualche ragione a me ignota escludesse le variabili globali.

Beh qualcuno mi ha aiutato, ma praticamente sono rimasto con il dubbio se objdump fosse il tool adatto e sono andato fuori strada poiché ho subito pensato ad un bug della mia distribuzione. Non rimaneva che scaricare i sorgenti da svn e provare direttamente quelli.

Stesso identico errore, quindi posto l’esempio su xchat e come prevedibile, grazie all’aiuto di qualche smanettino verifico che gentoo ubuntu e mandriva falliscono tutte. A questo punto il problema deve essere upstream.

Quindi prima devo chiarire se objdump -T fa il suo lavoro o meno poi iniziare a smanettare suo sorgenti, ma da dove partire dato che sembrano corretti? Beh scrivo un programma che simula la struttura di quella parte della libreria e raggiungo la consapevolezza che

  1. objdump fa bene il suo lavoro e lo fa anche su file .o ed eseguibili ed ha anche un sacco di amici come nm
  2. che grep come cosigliato da qualcuno non va bene perché può dare falsi positivi (simboli di debug)

Con queste nuove armi indago sul risultato della compilazione della versione in trunk ed arrivo alla conclusione che nel file gnome-keyring.o sto benedetto simbolo c’è, ma poi alla fine nell’immagine .so scompare.

Quindi non può essere gcc, ma qualche altra cosa… e bang: libtool. A questo punto è diventato tutto più facile e dopo aver dato un occhio ad header elf, scritto programmi, il fix si è ridotto ad una riga in Makefile.am!

http://bugzilla.gnome.org/show_bug.cgi?id=522651

Comunque era da tanto tempo che non provavo questa sensazione di novità mista a curiosità e mi è proprio piaciuta!

Tuntun, Snul ed altro

E’ passata una buona settimana dall’ultimo post e nonostante il lavoro, la mia facilità nel distrarmi e qualche bug di vala, Tuntun è progredito e sta giungendo quasi l’ora di un primo rilascio.

Questo è lo stato dell’applet al momento:

  • internazionalizzazione
  • finestra di log come in ovpClient
  • new: supporto la richiesta di eventuali username / password (sia per il metodo di autenticazione Auth, che Private Key)
  • debug, debug e debug

Quindi, dato che sono rimasti solo “2 debug”, mi devo affrettare a trovare uno spazio web dove poter uploadare questo piccolo progetto.

Ed ecco come appare (da notare che la gestione delle connessioni è totalmente asincrona, mentre perSbaglio è bloccato nella fase di autenticazione, Morph effettua con successo il suo collegamento) :

Tuntun preview 2

Ovviamente insieme a Tuntun anche Snul ha subito dei ritocchi e principalmente le novità sono:

  1. Risoluzione asincrona degli indirizzi
  2. Bug fixing

Sono quindi lieto di annunciare una nuova versione di Snul – “The Gollum Child”, non scaricatela perchè scotta!

Ed ora veniamo ad altro! Preso dall’entusiamo di Alessandro che combatteva con perl sotto windows per scrivere un utile plugin per pidgin mi son detto: perchè non scriverne uno uguale in vala per xchat-gnome?

Beh il plugin non l’ho scritto (ti sto aspettando Alex, poi io farò il porting del tuo da pidgin ad xchat 😉 ), ma i bindings e un Hello World li ho fatti!

Siori e siore ecco xchat-helloworld (sempre in “The vala experiments”)!

Novità su Tuntun

Tuntun si sta quasi trasformando in un programma finito. Ormai le funzionalità principali sono state implementate ed offre già qualche utile servigio.

Ecco i vantaggi rispetto a ovpnClient:

  1. scritto in vala e quindi un minimo più maneggevole rispetto al corrispondente in C
  2. dipendenze esterne ridotte: tolta libglade (rimpiazzata da gtkbuilder) e gnet (rimpiazzata da snul)

Mancano tuttavia ancora una serie di funzionalità prima di portelo definire pronto per un rilascio:

  • internazionalizzazione
  • finestra di log come in ovpClient
  • debug, debug e debug

Inoltre prima di parlare di una versione pubblica vorrei implementare qualche nuova funzione anche per “l’utente non programmatore”, come il supporto per la richiesta di nome utente e password durante la connessione.

Non si può che finire con uno screenshot:

tuntunt in action